La curiosità del sapere

L'

idea della "Ricerca del filo d'Arianna" nacque casualmente anni addietro, come ipotesi d'intitolazione d'un singolo incontro su un tema a quel momento molto dibattuto, e poi diversamente utilizzata perchè assunta a denominazione dell'intero ciclo d'incontri che all'epoca organizzavo nell'ambito della mia collaborazione con la Società lombarda degli avvocati amministrativisti e poi ho proseguito tenendo fede all'intento di condividere con altri appassionati il piacere di appagare la curiosità del sapere giuridico.

L'attività ermeneutica, del resto, si muove nel labirinto dei possibili significati della norma, da ricercare nello spiraglio che s'apre fra l'esigenza dell'inquadramento sistematico e il bisogno di coglierne la causa, intesa quale attuale funzione sociale; giacché ben può accadere che l'immutato testo letterale d'una disposizione disveli nel tempo significati diversi nel fluire e rimodularsi della coscienza collettiva.

Il filo della ricerca è così volta a volto sciolto da relatori che accettano, in ispirito di piena liberalità, di condividere il frutto delle proprie riflessioni; a loro volta traendo dal dibattito l'occasione di spunti ulteriori in uno scambio che riproduce fuori dell'Accademia e dell'Aula giudiziaria il fervore delle idee in quel momento sul campo. Ed è proprio questo che, dalla sua origine, ha caratterizzato questi incontri: la loro estemporaneità, per l'essere il tema volta a volta proposto generato dalla novità normativa, o giurisprudenziale, o di studi recenti, se non in corso, del relatore.

Il sito sopravviene a distanza di molti anni dall'avvio dell'iniziativa e sorge con una pluralità di speranze che solo nel tempo si saprà se potranno essere appagate: di attrarre sempre più numerosi quanti più siano interessati a condividere il piacere della ricerca; di lasciare traccia duratura di contributi che fermano, quasi in una fotografia, il pensiero del Relatore in quel particolare momento del dibattito; di offrire a giovani studiosi, al di fuori d'ogni scuola di appartenenza, un mezzo per farsi apprezzare, in ciò confortati dal vaglio positivo che, in piena autonomia e obiettività di valutazione, il Comitato scientifico ha previamente espresso.

Chi fosse attratto da questa proposta troverà nelle sezioni che seguono il modo di conoscere il calendario dell'anno in corso e di come prendere parte agli incontri; e ancora, per avere idea di quale sia l'impostazione dell'iniziativa, l'elenco delle attività a far tempo dal 2012, i più recenti contributi dell'anno 2013 ( raccolti a far tempo dacché l'idea del sito cominciò a germogliare); nonché, infine, il nominativo dei componenti il Comitato e il luogo deputato a raccogliere i contributi dei giovani studiosi: in questo momento vuoto, ma pronto a riempirsi delle idee di coloro che vorranno avvalersene.

A quanti hanno accettato e accetteranno di condividere questa proposta contribuendo, con la loro partecipazione, al successo dell'iniziativa e all'unica gratificazione dei Relatori; a questi ultimi e ai Presidenti del TAR per la Lombardia che, con generosità, hanno consentito l'uso dell'aula d'udienza per incontri che hanno anche avuto il pregio di approfondire la conoscenza personale fra Avvocati e Magistrati nel reciproco rispetto della rispettiva inscindibile funzione; agli amici che hanno accettato di comporre il Comitato, a tutti indistintamente il mio più caloroso ringraziamento per l'aiuto dato all'appagamento della curiosità del sapere.


Giancarlo Tanzarella



Prossimo incontro

X incontro - anno 2020
14 Dicembre 2020

Relatori:

CURATORE DEL SITO

Giancarlo Tanzarella
Via Senato, 37
20121 Milano

Contatti

02 80.53.028
02 86.90.707
info@allaricercadelfilodiarianna.it
Informazioni